Il famoso banchiere e finanziere britannico Nathan Rothschild ha notato che grandi fortune si fanno quando “…le palle di cannone cadono nel porto, non quando i violini suonano nella sala da ballo.” (Tradotto dall’inglese non è un granché ma, il significato intrinseco è fondamentale)

Rothschild aveva capito che più l’ambiente è imprevedibile, maggiori sono le opportunità, se si hanno le capacità di leadership per capitalizzarlo.

Sei sono le competenze che, se padroneggiate e utilizzate insieme, consentono ai Leader di pensare strategicamente e di navigare efficacemente nell’ignoto: le capacità di anticipare, sfidare , interpretare, decidere, allineare e imparare.

Ognuna di queste abilità ha ricevuto attenzione nella letteratura sulla Leadership, ma raramente sono state prese in considerazione in contesti di profonda incertezza, come quelli che stiamo vivendo, che possono creare o distruggere sia le aziende che le carriere.

Questo articolo vuole descrive le sei abilità in dettaglio.

Un leader strategico adattabile, che è allo stesso tempo risoluto e flessibile, persistente di fronte alle battute d’arresto ma anche in grado di reagire strategicamente ai cambiamenti ambientali, ha imparato ad applicarle tutte e sei insieme.

Hai le fonti giuste per vedere le opportunità prima dei concorrenti? 

Ti senti a tuo agio nel contestare i tuoi presupposti e quelli degli altri? 

Potete convincere un gruppo eterogeneo ad accettare una visione comune? 

Impari dagli errori?

Rispondendo a domande come queste, avrai già da subito una visione chiara delle tue capacità. Diamo un’occhiata a ciascuna abilità:

1)       Anticipare

La maggior parte delle organizzazioni e dei Leader non riesce a rilevare minacce e opportunità del proprio business.  I Leader strategici, al contrario, sono costantemente vigili, affinano la loro capacità di anticipare analizzando l’ambiente alla ricerca dei segnali di cambiamento. Spesso i Leader e i manager sono eccezionali nel reagire alle crisi e nel risolverle. Ma, hanno bisogno di considerare vari scenari e raccogliere informazioni migliori da diverse fonti per anticipare dove sarebbe andato il suo settore.

Intercettare segnali deboli sia dall’interno che dall’esterno dell’organizzazione. Lavorare per sviluppare reti più ampie e per assumere la prospettiva di clienti, concorrenti e partner. Maggiore attenzione alle opportunità al di fuori del core business, diversificare il portafoglio di prodotti, acquisire una società in un mercato adiacente in cui la domanda era più alta e meno suscettibile ai cicli di boom e recessione. Sono solo alcune delle soluzioni.

Cosa fare per migliorare la tua capacità di anticipare?      

  • Parla con i tuoi clienti, fornitori e altri partner per comprendere le loro sfide
  • Conduci ricerche di mercato e simulazioni aziendali per comprendere le prospettive dei concorrenti, valutare le loro probabili reazioni a nuove iniziative o prodotti e prevedere potenziali offerte dirompenti
  • Usa la pianificazione degli scenari per immaginare vari futuri e prepararti all’imprevisto
  • Guarda un rivale in rapida crescita ed esamina le azioni intraprese che ti hanno lasciato perplesso
  • Elenca i clienti che hai perso di recente e cerca di capire il “perché”
  • Partecipa a conferenze ed eventi in altri settori o funzioni.

2)       Sfida

I pensatori strategici mettono in dubbio lo status quo

Sfidano le proprie ipotesi e quelle degli altri e incoraggiano punti di vista divergenti. Solo dopo un’attenta riflessione ed esame di un problema attraverso molti punti di vista,  intraprendono un’azione decisiva. Ciò richiede pazienza, coraggio e una mente aperta. All’inizio è scomodo mettere in discussione lo status quo, ma poi si inizia a capire che si possono generare nuove soluzioni a problemi obsoleti e migliorare il processo decisionale strategico.  Una soluzione può essere persino quella di assegnare ad un collega di fare l’avvocato del diavolo.

Cosa fare per migliorare la tua capacità di sfidare?   

  • Concentrati sulle cause profonde di un problema piuttosto che sui sintomi. Usa la strategia dei “cinque perché” (“I resi dei prodotti sono aumentati del 5% questo mese.” “Perché?” “Perché il prodotto non funziona correttamente”. “Perché?” E così via, almeno fino a 5 volte)
  • Elenca le ipotesi di vecchia data su un aspetto della tua attività (“Gli alti costi di logistica impediscono ai nostri clienti di andarsene”) e chiedi a un gruppo eterogeneo se sono vere
  • Incoraggiare il dibattito organizzando riunioni in “zone protette” in cui sono attesi e accolti con favore un dialogo aperto e conflitti
  • Crea posizioni a rotazione con il preciso scopo di mettere in discussione lo status quo
  • Includere i “Bastian Contrari” in un processo decisionale per far emergere le sfide in anticipo
  • Cattura input da persone non direttamente influenzate da una decisione o non direttamente coinvolte nella funzione, per avere una buona prospettiva sulle ripercussioni      

3) Interpretare

I leader che sfidano nel modo giusto ottengono invariabilmente informazioni complesse e contrastanti.

Ecco perché anche i migliori sanno interpretare. Invece di vedere o ascoltare di riflesso ciò che ti aspetti, dovresti sintetizzare tutti gli input che hai. Dovrai riconoscere i modelli, superare l’ambiguità e cercare nuove intuizioni. La saggezza inizia riconoscendo i fatti e poi “riconsiderandoli”, o ripensandoli, per esporre le loro implicazioni nascoste.

Cosa fare per migliorare la tua capacità di interpretare?

  • Quando analizzi dati ambigui, elenca almeno tre possibili spiegazioni per ciò che stai osservando e coinvolgi le prospettive di diversi stakeholder
  • Sforzati di ingrandire i dettagli e rimpicciolirli in continuazione per vedere il quadro generale
  • Cerca attivamente informazioni e prove mancanti, che non confermino la tua ipotesi
  • Integrare l’osservazione con l’analisi quantitativa
  • Allontanati dal problema. Fai una passeggiata, contempla un bel quadro, metti musica non tradizionale, gioca a ping-pong. Tutto questo serve a stimolare una mente aperta.

4)       Decidere

In tempi incerti, i responsabili delle decisioni potrebbero dover effettuare scelte difficili con informazioni incomplete e spesso devono farlo rapidamente.  Ma i pensatori strategici insistono su più opzioni all’inizio e non si bloccano prematuramente in scelte semplicistiche. Seguono un processo disciplinato che bilancia il rigore con la velocità, considera i compromessi da coinvolgere e tiene conto degli obiettivi a breve e lungo termine.    Alla fine, i leader strategici devono avere il coraggio delle proprie convinzioni, sostenute da un solido processo decisionale.

Cosa fare per migliorare la tua capacità di decidere?

  • Aggiorna le decisioni binarie chiedendo esplicitamente al tuo team: “Quali altre opzioni abbiamo?”
  • Dividi le decisioni importanti in piccoli pezzi per comprendere le parti e vedere meglio le conseguenze indesiderate
  • Adatta i tuoi criteri di decisione ai progetti a lungo termine rispetto a quelli a breve termine
  • Fai sapere agli altri dove ti trovi nel tuo processo decisionale
  • Determina chi deve essere coinvolto direttamente e chi può influenzare il successo della tua decisione
  • Prendi e porta a termine gli impegni programmati.

5) Allineare

I leader strategici devono essere abili nel trovare un terreno comune e ottenere il consenso tra le parti interessate che, di base, hanno punti di vista e programmi diversi. Ciò richiede proattività. Il successo dipende dalla comunicazione assertiva, dalla costruzione della fiducia e dal coinvolgimento frequente.

Cosa fare per migliorare la tua capacità di allineare?

  • Comunica presto e spesso per combattere i due ostacoli più comuni nelle organizzazioni: “Nessuno me lo ha mai chiesto” e “Nessuno me lo ha mai detto”
  • Identifica le principali parti interessate interne ed esterne, mappando le loro posizioni su tua iniziativa e individuando eventuali disallineamenti di interessi. Cerca gli ordini del giorno nascosti ma non realizzati e le coalizioni
  • Usa conversazioni strutturate, preparate e facilitate per esporre le dinamiche delle incomprensione o delle resistenze
  • Contatta direttamente chi fa resistenza per capire le loro preoccupazioni e poi affrontali
  • Sii vigile nel monitorare le posizioni delle parti interessate durante il lancio delle tue iniziative o strategie
  • Riconoscere e, quando serve, premiare i colleghi che supportano l’allineamento del team per dimostrare a tutti un segnale inequivocabile.

6) Imparare

I leader strategici sono il punto focale per l’apprendimento organizzativo. Promuovono una cultura dell’esplorazione (curiosità e analisi) e cercano le lezioni nei risultati sia di successo che di insuccesso. Studiano i fallimenti, i loro e quelli del loro team, in modo aperto e costruttivo per trovare le lezioni nascoste.

Cosa fare per migliorare la capacità di apprendimento?

  • Istituire revisioni post-attività, documentare le lezioni apprese da decisioni o pietre miliari importanti (inclusa la conclusione di un progetto fallimentare) e comunicare ampiamente le intuizioni risultanti
  • Premiare i manager che provano qualcosa di lodevole ma falliscono in termini di risultati
  • Condurre audit annuali di apprendimento per vedere dove le decisioni e le interazioni del team potrebbero non essere state all’altezza
  • Identificare le iniziative che non stanno producendo come previsto ed esaminare le cause profonde
  • Creare una cultura in cui la ricerca sia valorizzata e gli errori siano visti come opportunità di apprendimento
  • Sviluppare una Cultura dell’Errore  Diventare un leader strategico significa identificare i punti deboli nelle sei abilità descritte sopra e correggerli.

La forza in un’abilità non può compensare facilmente un deficit in un’altra, quindi è importante ottimizzare metodicamente tutte e sei le abilità.

Scopri la nuova Master Class “Crescere oltre i Risultati” con la partecipazione straordinaria del Professor Borgonovi, già direttore della SDA Bocconi di Milano. Una giornata di formazione per comprendere le dinamiche strategiche che permettono alle aziende di ottenere risultati. Dalla strategia all’esecuzione, rimuovendo i rischi: CLICCA QUI per maggiori informazioni.

Grazie

Buona Giornata

Loris Comisso